RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
DONNE: ELETTE IN PARLAMENTO, ITALIA 54* NEL MONDO E QUASI ULTIMA IN UE PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Di Claudio   
Lunedì 07 Marzo 2011 16:02

Ha scarsa rappresentanza femminile in Parlamento, e' quart'ultima a Bruxelles. E' anche fanalino di coda per presenza di donne in posizioni apicali in campo politico, economico e sociale, e maglia nera per il maggior scarto fra disoccupazione maschile e femminile.

 

E' anche cosi' che viene descritta l'Italia nelle ventotto pagine del rapporto 'Le donne nelle istituzioni rappresentative dell'Italia repubblicana: una ricognizione storica e critica', presentato oggi alla Camera. ''Forse - scrivono Marina Calloni, dell'Universita' 'Bicocca' di Milano, e Lorella Cedroni, dell'Universita' 'La Sapienza' di Roma, autrici della ricerca - la battaglia delle donne per il conseguimento dei diritti sostanziali di cittadinanza non e' ancora giunta a termine''.

I numeri parlano chiaro. Per quanto riguarda la presenza di donne in Parlamento - come riportano le statistiche dell'Inter-Parliamentary Union - l'Italia occupa infatti il 54* posto, su un totale di 188 Paesi, con il 21,3% di elette alla Camera (al pari della Cina). Neanche a livello europeo l'Italia si presenta bene. A Bruxelles le rappresentanti italiane sono 16, collocando il nostro Paese, in termini percentuali di rappresentanza, al 24* posto nella classifica dei 27 Stati membri (peggio fanno solo Polonia, Repubblica Ceca e Malta). Dati poco lusinghieri che rispecchiano la situazione esistente all'interno dei partiti, dove la presenza femminile negli organi dirigenti continua ad essere esigua.

Secondo le due ricercatrici, ''le donne vengono considerate molto spesso dai partiti come una risorsa da utilizzare all'interno del gioco politico e da candidare come riempi-lista, nella migliore delle ipotesi. Non certamente come leader''. Altro dato interessante, la provenienza geografica: senatrici e deputate risultano provenire in maggioranza dalle regioni del Nord d'Italia.

Il Global Gender Gap Report 2010, in termini di pari opportunita', colloca inoltre l'Italia al 74* posto su 134 nazioni, con una perdita di due posizioni rispetto all'anno precedente. ''L'Italia non risulta essere una societa' equa - spiegano Calloni e Cedroni - soprattutto per il divario crescente fra uomini e donne in termini di disoccupazione e di discrasia nelle posizioni apicali.

La scarsa presenza di donne nelle istituzioni e' segno evidente della mancata soluzione di antichi problemi. Le promulgazioni di legislazioni sempre piu' corpose su pari opportunita', non possono essere efficaci, fintantoche' non vengono risolte le questioni di discriminazione sistematica e di violenza simbolica che stanno alla base''.


Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Marzo 2011 16:31
 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te. 

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

Grazie Mille, italian Bar Madrid
Panettoni
hoteles NH España