RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
LA PROPOSTA DI LEGGE CASSOLA SUI CONTRATTISTI PASSA ALLA COMMISSIONE LAVORO PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 14 Marzo 2007 09:18

ImageArnold Cassola, deputato verde eletto in Europa, primo firmatario di una proposta di legge che modifica il Decreto del Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n. 18, in materia di chiusura o soppressione di sedi all'estero del Ministero degli Affari Esteri, comunica che è stato avviato l'iter legislativo della stessa con l'assegnazione alla Commissione Lavoro.

La proposta di legge, che rientra nell'ambito di una futura riorganizzazione delle sedi consolari italiane all'estero, prevede che, in caso di chiusura di alcuni Consolati, gli impiegati a contratto del Ministero degli Affari Esteri, già assunti in loco all'estero, non perdano il proprio lavoro".

"Ciò è possibile - aggiunge Cassola - prevedendo che il personale sia assegnato alle sedi consolari/Istituti di Cultura aperti nella città più vicina a quella dove è prevista la chiusura del Consolato". Quanto all'onere finanziario per lo Stato italiano conseguente al mantenimento in servizio del personale in questione, il deputato verde è sicuro che "sarebbe evidentemente più che compensato dal risparmio conseguente alla chiusura della sede consolare, in termini di spese di affitto, spese di gestione, e così via.

Ventuno i deputati che hanno cofirmato la proposta di legge di Cassola: Bonelli, Boato, Francescato, Fundarò, Lion, Pellegrino, Camillo Piazza, Poletti, Trepiccione, Angeli, Astore, Bafile, Bellillo, Capotosti, Costantini, Gianni farina, Fedi, Ricardo Antonio Merlo, Narducci, Porfidia e Razzi.

Il Pdl si compone di un solo articolo che pubblichiamo di seguito.

"ART. 1. 1. All'articolo 166, primo comma, lettera f), del decreto del Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n.18, e successive modificazioni, sono aggiunti, in fine, i seguenti periodi: "Resta ferma l'applicazione degli articoli 33 e seguenti del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni. Ai fini dell'individuazione del limite di applicazione di cui al comma 2 del medesimo articolo 33, il numero di dieci unità si intende raggiunto anche in caso di dichiarazioni di eccedenza distinte per più sedi all'estero oggetto di provvedimenti di chiusura o di soppressione nell'arco di un anno".


Ultimo aggiornamento Mercoledì 14 Marzo 2007 09:18
 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te. 

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

Grazie Mille, italian Bar Madrid
Panettoni
hoteles NH España