RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
Non tocca alla politica riscrivere i libri di storia PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Di Claudio   
Martedì 03 Maggio 2011 14:57

"Famiglia Cristiana" ribadisce che non spetta alla politica sindacare i libri scolastici. La presa di posizione a seguito della proposta di legge di Gabriella Carlucci.

 

 

 

 

 

 

Una proposta di legge per istituire una Commissione parlamentare d'inchiesta sull'imparzialita' dei libri di testo scolastici. A presentarla, nei giorni scorsi,  Gabriella Carlucci, deputata del Pdl e membro della Commissione Cultura. ''Il problema esiste - affermava Carlucci - ed e' sentito da molti docenti e studenti, ovviamente da quelli che si avvicinano alla storia in maniera imparziale, desiderando conoscere diverse interpretazioni storiografiche senza alcuna forzatura politica, come sarebbe doveroso.

Sono sicura che la Commissione Cultura sapra' decidere in materia con grande equilibrio. Chi grida allo scandalo non si rende conto che la mia e' una proposta per fare chiarezza in una materia molto delicata. Non c'e' alcuna volonta' di mettere libri all'indice ma di fornire ai nostri ragazzi diversi punti di vista in materia storica. In questo senso internet e gli attuali strumenti elettronici potranno essere molto efficaci''.

Alle dichiarazioni della deputata del PdL risponde oggi il settimanale cattolico "Famiglia Cristiana". ''Non tocca alla politica riscrivere la storia'' e' il titolo di un articolo di 'Famiglia Cristiana' dedicato alla proposta di diciannove deputati del PDL guidati da Gabriella Carlucci di istituire una Commissione parlamentare di inchiesta per esaminare l'imparzialita' dei libri di testo scolastici per evitare ''tentativi subdoli di indottrinamento''.

Articolo affidato al padre gesuita Giovanni Sale, redattore dell'autorevole Civilta' Cattolica''. ''Nonostante gli inevitabili limiti presenti nei libri di testo, non tocca alla classe politica -afferma Famiglia Cristiana- 'riscrivere' la storia sulla base di interessi di parte. Se nel sistema di trasmissione della conoscenza esistono delle deficienze o dei limiti, e' compito della scuola stessa porvi rimedio, utilizzando gli strumenti della ricerca e del dibattito tra studiosi, professori e studenti. L'importante e' che venga tutelato il principio costituzionale della liberta' scolastica e di insegnamento, tenendo fuori la nefasta influenza dello 'Stato docente', che peraltro ha poco da insegnare alle nuove generazioni sotto il profilo sia culturale, sia politico-morale''.

Una proposta che al gesuita sembra ''una boutade giornalistica piu' che una proposta seria''. ''Neppure nei momenti piu' duri della storia della Repubblica, come ad esempio negli Anni di piombo si giunse a proporre iniziative cosi' limitatrici della liberta' di insegnamento, che e' un principio tutelato dalla nostra Costituzione''.


Ultimo aggiornamento Martedì 03 Maggio 2011 15:20
 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te.

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

Panettoni
Grazie Mille, italian Bar Madrid
hoteles NH España