RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
Montezemolo: presto un governo di salute pubblica PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Di Claudio   
Lunedì 31 Ottobre 2011 17:01

''L'ingresso in campo del Fondo monetario internazionale e i rendimenti dei Btp al 6 per cento, indicano che siamo ormai al punto di non ritorno. Non c'e' piu' un minuto da perdere. Sono in gioco i risparmi degli italiani, la tenuta sociale e la permanenza dell'Italia nel sistema Euro''.

 

Luca Cordero di Montezemolo, in una lettera indirizzata al direttore di Repubblica e pubblicata oggi dal quotidiano, auspica un ''governo di salute pubblica'', ''subito'', e lancia cinque proposte per arginare la speculazione e ''ridare una prospettiva di crescita al Paese''.

Per l'ex presidente di Confindustria da maggioranza e opposizione ''non arrivano risposte adeguate''. E ''le elezioni non rappresenterebbero una soluzione e paralizzerebbero il paese''. ''La lettera all'Ue e' manifestamente insufficiente rispetto alla gravita' della situazione''. Poi Montezemolo indica cinque misure da adottare subito, per evitare ''l'esplosione'' dell'Italia.

In primo luogo la riduzione dei costi della politica, ''partendo dal numero dei parlamentari, dall'abolizione delle province e degli altri enti inutili'', anche con una ''patrimoniale sullo Stato''. Poi il lavoro, tema sul quale Montezemolo condivide la proposta Ichino: ''Abolire i contratti a termine (mantenendo solo quelli fisiologici e stagionali), sostituendoli con un contratto unico, che consenta il licenziamento per motivi economici o organizzativi, ma che protegga il lavoratore dalle discriminazioni''.

Prioritario, per il Paese, e' poi tornare ad essere produttivo e quindi, per il presidente della Ferrari, ''non possiamo piu' permetterci di avere un fisco che premia rendite e patrimoni''. In questa direzione, spiega, ''con l'introduzione di una imposta permanente sulle grandi fortune e l'abolizione degli incentivi alle imprese si potrebbe tagliare in maniera radicale l'Irap'', mentre ''vincolando per legge i proventi della lotta all'evasione alla diminuzione dell'Irpef, ad iniziare dai redditi medi e bassi, si creerebbero le condizioni per un positivo conflitto di interessi tra chi paga e chi evade''.

Quarto intervento sulle pensioni, ''abolendo quelle di anzianita' e passando ad un sistema interamente contributivo''. Infine le liberalizzazioni. ''Questi cinque provvedimenti, se attuati simultaneamente e accompagnati da un grande piano di rilancio dell'immagine internazionale dell'Italia - secondo Montezemolo - rappresenterebbero un valido argine alla speculazione, ridarebbero una prospettiva di crescita al paese e opererebbero nella direzione di una maggiore equita' sociale''.

''Sappiamo pero' che nessuno dei due schieramenti portera' avanti questa agenda''. Secondo Montezemolo ''compito della classe dirigente e' quello di mettere da parte ogni ambizione personale per dare un contributo affinche' queste forze vengano valorizzate e trovino un terreno di incontro. Questo e' quello che dobbiamo fare oggi in vista di un prossimo futuro. Non abbiamo tempo di attendere la naturale evoluzione del quadro politico''.

Da qui la richiesta di un passo indietro del premier. ''Il presidente del Consiglio deve rendersi conto che l'unica strada per salvare il Paese passa oggi attraverso un governo di salute pubblica''.

''La lettera di Montezemolo e' il manifesto delle contraddizioni e delle velleita' politiche di una parte della cosiddetta classe dirigente di questo Paese''. Lo afferma il senatore del Pdl e coordinatore del partito, Sandro Bondi.

''Per Montezemolo maggioranza e opposizione - continua Bondi - sarebbero incapaci di fornire soluzioni adeguate alla crisi, ma un governo di 'salute pubblica', frutto della collaborazione fra tutte le forze politiche, costituirebbe miracolosamente una risposta efficace alle difficolta' che attraversiamo.

Un tale governo di 'salute pubblica' dovrebbe assumere come proprio programma i cinque punti elaborati dal centro studi di Montezemolo, capaci di mettere d'accordo tutti: destra, sinistra e centro''. ''Resta da chiarire un punto di poco conto: chi voterebbe in Parlamento a favore di un governo di salute pubblica e di un programma sfornato dal centro studi di Montezemolo? Ma questa in fondo e' una domanda superflua, perche' riguarda un questione trascurabile come la democrazia'', conclude Bondi.

''I governi li fanno gli elettori e i Parlamenti, non i mercati e le societa' di rating. A tutto c'e' un limite''. Lo afferma il presidente dei deputati del Pdl, Fabrizio Cicchitto.

Scarse le reazioni da parte dell'opposizione alla lettera del presidente della Ferrari. Bersani, indaffarato con i problemi interni del PD, non entra nel merito delle proposte avanzate da Montezemolo, ma dichiara: 'Oggi lo spread tra Btp e Bund ha sfondato di nuovo quota 400. L'Istat ha comunicato che l'aumento della disoccupazione ha raggiunto l'8,3 per cento, con un picco del 29,3 per cento tra i giovani, e che il tasso di inflazione ha toccato il 3,4 per cento annuo.

C'e' bisogno di altro per avere la conferma che e' stato giusto lanciare l'allarme e che lo e' ancora di piu' oggi?''. ''L'Italia corre un serio pericolo. E' del tutto evidente - continua Bersani - che le promesse del governo all'Unione europea hanno avuto un effetto nullo a causa della mancata credibilita' dell'esecutivo e dell'inadeguatezza degli impegni.

Ora non c'e' piu' il tempo per crogiolarsi con le favole''. ''Per far ripartire l'Italia ed evitare guai peggiori c'e' bisogno di un colpo di reni, di discontinuita', di una chiara novita' sul piano politico e di avviare decisioni di riforma vere e immediate'', conclude il segretario del Pd.


Ultimo aggiornamento Lunedì 31 Ottobre 2011 17:35
 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te.

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

Grazie Mille, italian Bar Madrid
hoteles NH España
Panettoni