RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
Monti come De Gasperi PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Di Claudio   
Martedì 22 Novembre 2011 16:47

Monti come De Gasperi. Primi appuntamenti europei per Mario Monti nel ruolo di presidente del Consiglio con l'obiettivo di aumentare la credibilita' al governo italiano sulla scena internazionale. 

 

 

 

 

Nel pomeriggio si è incontrato  con Herman Van Rompuy, presidente del Consiglio europeo. Giovedi', Monti sara' poi a Strasburgo per incontrare il presidente francese Nicolas Sarkozy e la cancelliera tedesca Angel Merkel. Al centro dei colloqui, i provvedimenti che il governo italiano intende approvare nelle prossime settimane per far fronte alla crisi e la preparazione del Consiglio europeo del prossimo 9 dicembre a cui parteciperanno i ventisette capi di Stato e di governo dei paesi che fanno parte dell'Unione. In quella sede si potrebbe dare il via alla creazione di eurobond e a regole piu' ferree per il bilancio interno dei singoli paesi.

Questo primo viaggio di Monti a Bruxelles da presidente del Consiglio mi riporta con la mente al viaggio negli Usa di Alcide De Gasperi. Lo statista democristiano iniziò il viaggio negli USA nel gennaio del 1947. Si trattò di un viaggio importante perché pose fine all'isolamento in cui era caduta l'Italia a seguito della seconda guerra mondiale e consolidò la posizione personale di De Gasperi in campo internazionale. Il premier italiano tornò a Roma con un prestito di 100 milioni di dollari ed un rimborso di 50 milioni di dollari per le spese sostenute dall'Italia per le truppe di occupazione americane. (Nella foto la celebre copertina del Time dedicata allo statista italiano.

Monti si è presentato a questi primi appuntamenti europei con modestia e  con alcune idee gia' esposte in Parlamento su quello che intende fare il suo governo e puo' contare sul prestigio internazionale di cui gode grazie ai dieci anni trascorsi a Bruxelles come commissario europeo che potrebbe indurre Sarkozy e Merkel a chiedergli ufficialmente di lavorare a stretto contatto con i governi di Parigi e Berlino.

Proprio ieri sera Monti ha ricevuto una telefonata di Barack Obama in cui il presidente statunitense ha auspicato un incontro a due in tempi brevi. Secondo Jay Carney, portavoce della Casa Bianca, Obama ha espresso a Monti la propria ''fiducia nella solidita' dell'Italia'' e ha ricordato gli sforzi comuni in Libia, Afghanistan, Libano e Kosovo'' invitando Monti ''a tenersi in stretto contatto su tutti i temi internazionali e in particolare sugli sviluppi della situazione finanziaria nell'eurozona''.

Ma torniamo al viaggio a Bruxelles per registrare le prime dichiarazioni. ''Il mio sforzo sara' quello di mettere l'Europa al centro dell'attivita' di governo e di riforma''. Così ha  affermato il presidente del Consiglio Mario Monti nella conferenza stampa a Bruxelles dopo l'incontro con il presidente della Commissione Ue Jose' Manuel Barroso. Un'Europa, aggiunge, che ''non ci da' dei vincoli ma delle indicazioni nell'interesse dell'Italia e delle future generazioni''.

''Rispetto al precedente governo, faro' di tutto per un consenso piu' ampio e per una piu' forte volonta' di cooperazione tra forze politiche e sociali. Credo che potremo andare fino in fondo, incisivamente, per le riforme strutturali gia' indicate nel programma e sulle quali ho iniziato a lavorare'', ha proseguito il Presidente del Consiglio, Mario Monti, nelle dichiarazioni dopo l'incontro con il Presidente della Commissione Europea, Jose' Manuel Barroso. 

E' ''importante'' che ''tra Eurozona e il resto dell'Unione non si crei una divisione troppo netta e approfondita, perche' ci sono forti interessi comuni''.  Per la questione del pareggio di bilancio da raggiungere nel 2013 ''non l'abbiamo trattata in modo specifico col presidente Barroso, ma solo in termini generali per l'Unione Europea e non per l'Italia, cioe' la questione se e come si debba tenere conto del ciclo nella determinazione quantitativa degli obiettivi''. Così ha concluso il presidente del Consiglio, Mario Monti, in conferenza stampa a Bruxelles, dopo l'incontro con il presidente della Commissione Ue, Jose' Manuel Barroso.

Il presidente della UE si è congratulato con il presidente Monti ed ha dichiarato, tra l'altro: "in questi tempi di crisi e nonostante forti venti contrari in economia, l'Italia è determinata ad affrontare le sue sfide enormi una volta per tutte. Crediamo che questa volontà programmatica affronti correttamente le sfide che l'Italia ha di fronte – si tratta di sfide enormi, ma sormontabili.

Crediamo che il suo successo dipenderà da tre elementi: - la determinazione di applicare rigorosamente le misure; - la capacità di raggiungere e mantenere l'avanzo primario che metterebbe l'elevato indebitamento del governo su un percorso di discesa costante. - e, ultimo ma non meno importante, la volontà di aumentare il potenziale di crescita del Paese affrontando le debolezze strutturali profondamente radicate.

E 'importante che una valutazione puntuale e oggettiva delle azioni di riforma economica in Italia sia effettuata e resa pubblica. La Commissione ha ricevuto un mandato dall'ultimo Euro Summit a compiere tale valutazione. So che Mario Monti è un politico molto impegnato, competente ed esperto, un italiano e un europeo molto convinto. Ha la mia piena fiducia e la mia totale stima personale. Sono certo che Lei, il Suo governo e l'Italia avrete successo! Potete contare sul pieno appoggio della Commissione."

Sì, Monti come De Gasperi. Quanta acqua è passata sotto i ponti romani dall'inizio della crisi di governo. L'Italia post berlusconiana,  si riaffaccia sul panorama europeo con l'autorevolezza e la dignità che le competono.


Ultimo aggiornamento Martedì 22 Novembre 2011 18:57
 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te.

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

Panettoni
Grazie Mille, italian Bar Madrid
hoteles NH España