RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
CRESCE L'INTERESSE PER IL MERCATO SPAGNOLO PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 06 Aprile 2007 09:45
 
TELEFONICA RILANCIA PER TELECOM
MENTRE IL GRUPPO ITALIANO PAIF AUMENTA LA SUA PRESENZA IN ARAGONA
 
Image 
 
Per Telecom si riaffaccia l'ipotesi Telefonica. France Telecom e Telefonica stanno prendendo in considerazione l'ipotesi di presentare ciascuna due controfferte per il 66% di Olimpia, la holding che controlla Telecom Italia.

E' quanto scrive oggi il 'Wall Street Journal', secondo cui France Telecom e Telefonica avrebbero avuto contatti separati con Pirelli prima che la Bicocca decidesse di aprire le negoziazioni con At&t e America Movil."

Tronchetti Provera ha riferito ai rappresentanti di altri potenziali acquirenti che sarebbe rimasto aperto a valutare offerte rivali", scrive il Wsj, citando fonti anonime.



Passera: trovare soluzione anche con altri istituti
E' possibile lavorare anche con altri istituti per cercare una soluzione per Telecom Italia. Lo ha detto l'amministratore delegato di Intesa SanPaolo, Corrado Passera. "Telecom Italia - ha detto Passera - è un'azienda di grandissima importanza per il Paese. La stabilità del suo azionariato può contribuire a rafforzarla e a permetterle di giocare, ancor più di oggi, un ruolo da protagonista nel suo settore".

"Nonostante la difficile situazione che si è venuta a creare - ha concluso - riteniamo che sia possibile lavorare anche con altre istituzioni fi nanziarie.

Sul fronte delle piccole e medie imprese la prossima settimana, una delegazione iberica sarà a Battipaglia per visitare la Paif, l’azienda  leader europeo nel settore della produzione e commercializzazione di stoviglie monouso (piatti, posate e bicchieri di plastica), di proprietà della famiglia Pastena. Il Gruppo Paif vanta un fatturato annuo di circa 130 milioni di euro ed è pronta ad investire in Spagna altri 7,2 milioni di euro nei prossimi tre anni.

ImageLa delegazione iberica — che sarà a Salerno per studiare il “modello Paif” — è composta da Antonio Becerril, vice sindaco di Saragoza con delega alla formazione e allo sviluppo delle imprese, Aurelio Lopez De Hita, presidente dell’associazione industriale della regione Aragona, Rafael Zapatero, direttore generale dell’Associazione industriale della regione Aragona, Miguel Angel Lucia, direttore delle relazioni internazionali e direttore del centro impresariale della Expo 2008 Zaragoza.

Il nostro Gruppo ha privilegiato sempre, fin dai primissimi tempi sotto la guida di mio padre, l’innovazione di prodotto e di processo — afferma l’amministratore Pio Pastena - : se siamo riusciti a conquistare posizione rilevanti anche a livello internazionale, è perché abbiamo puntato sulla tecnologia e sull’analisi dei mercati. Non è stato un caso se abbiamo anticipato i trend, anche quando l’usa e getta era considerato in controtendenza soprattutto nel circuito interno”.

Il Gruppo Paif è articolato in due aziende, la Paif Spa, costituita nel 1971, per la produzione e la commercializzazione dei prodotti del gruppo, e la Termo-Paif Spa, costituita nel 1984, principale impianto produttivo del Gruppo. Gli stabilimenti di Battipaglia si estendono su una superficie di 114.000 metri quadri, di cui 35.000 coperti. Il valore dei terreni e dei fabbricati dell’azienda ammonta a circa 25 milioni di euro.

La Paif è dotata di quattordici impianti all’avanguardia e dà lavoro a circa 200 dipendenti. Per il triennio 2007-2009 il Gruppo Paif ha previsto un piano di investimenti di 13 milioni di euro.

ImageForte di questi numeri, la Paif ha deciso di puntare forte all’estero, rinnovando un piano di investimenti per la Spagna. Sono già quasi dieci anni che la Piaf, con la Nueva Paif Iberia, opera a Saragozza, per la produzione di stoviglie monouso in polistirolo e bicchieri in polipropilene per alimenti. In terra iberica la società salernitana ha effettuato fino ad oggi investimenti pari a 16 milioni di euro. Quanto alla produzione, anche qui l’azienda ha fatto registrare una crescita costante del consumo di materia prima passando dalle 5mila tonnellate del 2004 alle 6 mila del 2005, fino a giungere alle 8mila tonnellate nel 2007.

La Nueva Paif Iberica conta 55 dipendenti e la produzione dello stabilimento spagnolo è quasi interamente destinata (per il 68 per cento) al mercato estero. La delegazione di Saragozza visiterà l’impianto di Battipaglia per conoscere la realtà salernitana e studiare modelli produttuvi da importare in Spagna.


Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Aprile 2007 10:06
 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te. 

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

Grazie Mille, italian Bar Madrid
Panettoni
hoteles NH España