RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
DIA VOTO A PARTITO CHE CREDE IN ISTRUZIONE PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Di Claudio   
Lunedì 04 Febbraio 2013 17:51

ELEZIONI: PUGLISI (PD) A PADRE CHE VENDE VOTO: “DIA VOTO A PARTITO CHE CREDE IN ISTRUZIONE” Dichiarazione di Francesca Puglisi, responsabile Scuola del Pd “

 

Caro papà, sono certa che tra i migliori offerenti per l'acquisto del Suo voto, troverà proprio quei partiti che si sono contraddistinti durante l'ultima legislatura per lo shopping di parlamentari per restare in piedi al Governo del Paese continuando a fare danni .

Faccia molta attenzione però, sono proprio coloro che hanno tagliato 8 miliardi alla scuola e chiuso con un forzoso dimensionamento le piccole scuole dei comuni montani.

Mentre facevano lievitare la spesa corrente statale, senza risanare il debito pubblico, scaricavano il risanamento dei conti massacrando di tagli anche i bilanci dei Comuni e delle Province. E' così che sono diventati insostenibili anche servizi essenziali come il trasporto scolastico.

Invece di vendere il suo voto al miglior offerente, lo impieghi bene per scegliere consapevolmente quelle forze politiche che davvero credono nell'istruzione e che hanno scritto con chiarezza nel programma che vanno sacrificati altri capitoli della spesa statale per tornare ad investire nella scuola”.

Lo scrive Francesca Puglisi, responsabile Scuola del PD in merito alla proposta di un genitore di Schiavi di Abruzzo di mettere in vendita il proprio voto per poter pagare un accompagnatore per lo scuolabus.

Intanto registriamo una dichiarazione di Bersani sui rapporti con la Germania.

“Litigare con la Germania è un non senso. E’ necessario invece discutere seriamente. Bisogna prendere impegni sulla stabilità e convincere dell’urgenza di dare spazio alla crescita. Bisogna stringere collaborazioni tra i nostri paesi nel vastissimo campo dell’economia reale, degli investimenti e del lavoro. Nel corso degli incontri, a proposito di tutto questo, porteremo la nostra idea.”

Lo afferma il candidato alla presidenza del Consiglio del centrosinistra Pier Luigi Bersani alla vigilia della sua visita a Berlino che si terrà domani martedì 5 febbraio.

Alle 13.30, Bersani è stato invitato a tenere un discorso sul futuro dell’Europa al German Council on Foreign Relations (Rauchstrasse 17-18), mentre alle 16 incontrerà il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble. Successivamente alle 17, il leader del PD incontrerà la stampa presso la sede dell’SPD (Willy Brandt Haus, Wilhelmstraße 140, Berlino).

E sulla "proposta choc" di Berlusconi interviene D'Alema. " Berlusconi sta tirando una ''sola'' agli italiani." E' quanto osserva il parlamentare del Pd Massimo d'Alema a proposito della proposta del Cavaliere di restituire l'Imu sulla prima casa se il pdl andra' al governo.

D'Alema ha anche aggiunto ironicamente che si tratta di una definizione ''tecnica''. ''E' difficile commentare il livello di bassezza a cui siamo arrivati'', ha osservato D'Alema durante la presentazione del forum internazionale ''Renaissance for Europe'', previsto l'8 e il 9 febbraio al Teatro Regio di Torino con il leader del Pd Pier Luigi Bersani.

''Berlusconi - ha aggiunto - avverte il rischio che si concluda un ciclo, quello del suo potere. La sua proposta non e' commentabile, e' una trovata nel senso che intende restituire i soldi con una copertura che non esiste. Come e' del tutto evidente, questo accordo con la Svizzera non c'e', gli svizzeri dicono che ci vogliono tre o quattro anni per negoziarlo. E' quella che tecnicamente si definirebbe una 'sola'.

Pero' non e' questo il problema - ha proseguito D'Alema - il problema e' come si possa in un paese democratico dire vi do un tanto a voto. Tra l'altro - ha detto ancora d'Alema - con i soldi dei cittadini non con i soldi suoi, anticipasse almeno un 20% di tasca sua''. ''Si tratta di un leverage buy out, ci compra con i soldi nostri.

Pero' io non vedo una adeguata reazione da parte dell'opinione moderata , dei grandi giornali: ho la sensazione che qui noi rischiamo di precipitare il Paese, a condizioni da America Latina anni Cinquanta, perche' oggi non sarebbe tollerabile neanche in America Latina. E le classi dirigenti del nostro paese non reagiscono - ha ribadito -. Se ci sara' una ripresa dell'economia si potra' anche pensare di abbassare la pressione fiscale. Nelle codizioni attuali si puo' pensare soltanto di rimodulare la pressione fiscale, cosa che Bersani ha proposto, ovviamente per ridurre la fiscalita' sui ceti popolari e i pensionati, e questo significa naturalmente che chi ha di piu' dovra' pagare un po' di piu', perche' e' difficile che venga la Svezia a darci tutti questi soldi''.


Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Febbraio 2013 18:09
 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te.

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

hoteles NH España
Grazie Mille, italian Bar Madrid
Panettoni