RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
IL CIOCCOLATO ALLA FIERA DEL LIBRO DI TORINO PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 16 Maggio 2007 09:46
ImageLIBRO E CIOCCOLATO, TENTAZIONE E MEDITAZIONE: IL CIOCCOLATO INCONTRA LA SEDUZIONE DELLA LETTURA. IL 25 MAGGIO CHIERI REPLICA A MADRID

Da giovedì 10 a lunedì 14 maggio 2007, alla ventesima edizione della Fiera Internazionale del Libro e in una quarantina di Librerie di Torino e provincia l’arte del cioccolato ha incontrato  la seduzione della lettura. Due piaceri del palato e dello spirito, due eccellenze del Piemonte da gustare insieme in un’esperienza sensoriale e spirituale unica.

È la nuova iniziativa Libro e Cioccolato. Tentazione e meditazione, ideata dalla Fiera Internazionale del Libro insieme ad Ascom-Epat, alle librerie di Torino e provincia, all’Assessorato al Commercio e Turismo della Città di Torino, e sostenuta da UniCredit Banca.e da Camera di Commercio di Torino. Nel terzo padiglione della Fiera al Lingotto è stato allestito il Caffè Torino: un’ambientazione creata dalla grande scenografa Margherita Palli per la Città di Torino e già proposta in importanti occasioni come il Salone del Gusto, che ha riproposto l’atmosfera e il lusso dei caffè storici torinesi con i loro velluti, stucchi e specchiere.

All’interno del Caffè Torino una grande libreria tematica, curata dai librai torinesi, ha esposto e messo in vendita i titoli più importanti e insoliti sul «pianeta cioccolato» e sulla civiltà del gusto. Uno spazio lounge ogni giorno dalle 17 alle 19 ha ospitato un incontro con scrittori, giornalisti e produttori intorno al rapporto fra libro e cioccolato, fra tentazione e meditazione. Negli stessi giorni, al di fuori del centro espositivo di via Nizza, in 38 librerie di Torino e provincia un pasticcere o artigiano del cioccolato ha offerto il meglio dei suoi prodotti.

Il risultato? Un ricco programma di incontri con autori e degustazioni per affascinare, sedurre, incantare, e un traguardo: consolidare ancora di più il rapporto tra la Fiera Internazionale del Libro, la città e la creatività del suo artigianato.

«A Torino il cibo e la buona tavola sono protagonisti indiscussi della vita del territorio e parte integrante della cultura», spiega Alessandro Altamura, Assessore al commercio e al turismo della Città di Torino. «Il cioccolato, la grande cucina e il vino sono i tesori della città del Salone del Gusto e di Cioccolatò. Ecco allora che, a ideale proseguimento dell’anno in cui Torino è stata insignita dall’Unesco del titolo di Capitale Mondiale del Libro, l’Amministrazione comunale ha sposato con entusiasmo il progetto di legare il piacere delle buone letture con la gioia del palato. È un legame che dà lustro a Torino, alla creatività dei suoi librai e imprenditori dell’arte dolciaria e alla capacità di trasformare questa collaborazione in un volano permanente di sviluppo economico e turistico».

Maria Luisa Coppa, Presidente Ascom Torino e Provincia, illustra: «Il progetto – promosso dalla Fiera Internazionale del Libro, dai librai di Torino e provincia aderenti all’Ascom e fortemente caldeggiato dalla nostra associazione - ha sottolineato in primo luogo la positiva volontà di una nuova fase di collaborazione fra quel patrimonio di immenso valore culturale costituito dalle librerie attive sul territorio (sono 150 solo a Torino, molte quelle “storiche” e di indiscusso prestigio) e la Fiera stessa. Grazie ad esso si rafforzano ulteriormente i rapporti fra diverse realtà in un’ottica di complessiva crescita del sistema fieristico e del tessuto culturale cittadino. Si concretizza così la richiesta, più volte avanzata anche dal nostro mondo, di programmare momenti fieristici che tengano ben presenti, fra gli obiettivi fondamentali, legami e ricadute sulle strutture economiche, permanenti della città. In secondo luogo – prosegue Coppa – è particolarmente suggestivo il connubio libro-cioccolato / meditazione-tentazione, per la cui realizzazione è stato determinante l’impegno dell’Epat con le sue storiche pasticcerie. Un binomio fra gusto e cultura di grande capacità seduttiva e un concetto, in cui si riflette perfettamente quell’idea e quella filosofia di “commercio come cultura”, su cui da tempo l’Ascom è fortemente impegnata».

Aggiunge Rolando Picchioni, Presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura: «Torino vanta un patrimonio di librerie amate e frequentate da scrittori illustri, librerie specializzate nelle discipline e nelle fasce di pubblico più diverse, librerie internazionali, librerie di quartiere fondamentali nel presidio e nella diffusione della cultura. L’anno di Torino Capitale Mondiale del Libro ha rafforzato il processo di saldatura fra le librerie, il tessuto culturale cittadino e i diversi soggetti attivi nella filiera del libro. Libro e Cioccolato: tentazione e meditazione ha inteso rinnovare e rilanciare le iniziative promozionali legate ai grandi marchi dell’arte cioccolatiera e consolidare il rapporto fra due eccellenze culturali di Torino quali la Fiera Internazionale del Libro e il tessuto delle sue librerie».

Negli stessi giorni, a Torino e provincia (a Chieri, Chivasso, Ciriè, Giaveno, Ivrea, Lanzo, Moncalieri, Orbassano, Pinerolo, Rivarolo Canavese, Settimo Torinese, Venaria), seguendo sottili affinità elettive e topografiche, ogni libreria che partecipa all’iniziativa si è abbinata a una cioccolateria o pasticceria del territorio, che proporrà assaggi e degustazioni e sarà presente fra gli scaffali e i volumi con i propri prodotti per affascinare, sedurre, incantare.

L'assessore al commercio di Chieri, Antonio Guarini, commentando il successo  dell'iniziativa, ha annunciato per il giorno 25 maggio a Madrid la presenza di alcuni artigiani pasticceri chieresi in occasione della presentazione del libro "El Duque de la Mirandola" di Cecilia Cotti.

L'evento - presieduto dal presidente dell'Intercomites Spagna Almerino Furlan -  si terrà nel salone del Comites di Madrid - calle Agustín de Bethencourt, 3 - alle ore 19,30 e vedrà la partecipazione del prof. Bruno Andreolli dell'Università di Bologna. La presentazione sarà integrata da una degustazione di cioccolato e dolci,  accompagnati da una selezione di vini delle colline del chierese.


Ultimo aggiornamento Sabato 23 Giugno 2007 16:46
 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te. 

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

Grazie Mille, italian Bar Madrid
Panettoni
hoteles NH España