RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
INNO NAZIONALE SPAGNOLO: CERCASI TESTO PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 06 Agosto 2007 15:09

ImageESIGENZE SPORTIVE IMPONGONO DI DARE UN TESTO ALLA "MARCHA REAL"

Gli spagnoli si sono accorti dopo 246 anni che il loro inno nazionale, la “Marcha Real”, è sprovvista di un testo ufficiale. E se ne sono accorti a seguito dei successi di Fernando Alonso e di quelli, più discutibili, del ciclismo che hanno portato la bandiera spagnola sul pennone più alto, come mai era accaduto in passato.

«Prima di una partita, quando sento i francesi, i tedeschi o qualche altro avversario cantare, mi sento strano», dice Iker Casillas, portiere della nazionale di calcio. Più agguerrito Carlos Moya, tennista: «A noi non capita spesso di poter cantare il nostro inno. Ma io lo farei volentieri se ci fossero le parole."

Per colmare questa lacuna un grande dibattito si è acceso nel Paese iberico ed i politici, furbescamente quelli del PP, hanno preso la palla al balzo e, carta e penna, hanno chiesto di approvare una legge che dia un testo all’inno nazionale.

Furbescamente, perché la Marcha Real ha un testo, forse più di uno, ma la classe politica spagnola attuale ha paura dei fantasmi e, quindi, forse è meglio riscriverne il testo.

E così il Comitato olimpico ha indetto un concorso: "Quando risuona l'inno e l'atleta va a ritirare la medaglia, le emozioni sono intense - dice il presidente Alejandro Blanco -. Viviamo in un Paese in cui la gente normalmente canta, eppure mancano le parole che esprimano questi sentimenti. E non è solo una richiesta degli sportivi ma anche dei compagni, degli allenatori, delle famiglie, degli spettatori".

Il comitato si aspetta di ricevere 5.000 proposte entro settembre. Ma all'entusiasmo di alcuni corrisponde la freddezza di altri: "Stupendo, avrebbero già dovuto farlo da anni", esulta uno spagnolo. "Penso sia una cattiva idea, è sempre stata solo musicale. Sono contrario", ribatte invece un giovane. “Creerà solo polemiche - prevede una coetanea -. Non serve a niente".

Dopo una prima selezione fatta dal Comitato olimpico nazionale, l'ultima parola spetterà a Governo e Parlamento.

La Spagna, in realtà, ha uno degli inni nazionali più antichi del mondo e, nonostante le preoccupazioni di molti rappresenta compiutamente, con la bandiera altrettanto bella, la nazione spagnola. Ma gli sportivi, si sa, hanno sempre ragione e portano voti.

Ed ecco allora il Comitato Olimpico Nazionale e il PP di Mariano Rajoy affidarsi a Joaquim Sabina: "Ciudadanos, / en guerra por la paz / y la diosa razón / mano en el corazón. / Ciudadanos, / ni súbditos ni amos / ni resignación / ni carne de cañón. / Pan amasado / con fe y dignidad / no hay nada mas sagrado / que la libertad.

"Cittadini, né sudditi né padroni, né rassegnazione, né carne per i cannoni" sono le parole proposte da Sabina.

Ma circola anche un altro inno, quello scritto dal giornalista Enrique Hernandez-Luike. «Madrepatria, imbraccia le armi»,... «tutti i tuoi figli ai piedi della bandiera» sono le proposte avanzate dal pubblicista. Non v’è dubbio che l’attuale situazione politica trovi impossibile un accordo su un testo da dare all’inno nazionale, dal momento che dovrebbe soddisfare destra e sinistra, baschi e catalani ma anche monarchici e simpatizzanti repubblicani.

Allora forse è meglio non farne nulla e continuare a fremere al suono delle note della Marcha Real, composta, secondo alcuni, addirittura da Federico il Grande di Prussia. Per le polemiche c`è già tanta carne al fuoco, prudenza consiglia di andare oltre le future elezioni generali alle porte.


Ultimo aggiornamento Domenica 14 Ottobre 2012 11:40
 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te. 

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

Panettoni
hoteles NH España
Grazie Mille, italian Bar Madrid