RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
SCIOPERO DELLA PASTA ASCIUTTA PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 03 Settembre 2007 08:41
ImageLA COLDIRETTI SCENDE IN PIAZZA PER DENUNCIARE L'ASSURDITA' DELL'AUMENTO DEI PREZZI DEI PRODOTTI ALIMENTARI. IL LATTE COSTA COME L'ACQUA MINERALE.

Continua la protesta delle organizzazioni di categoria dell'agricoltura per l'aumento dei prezzi al dettaglio, definito sconsiderato ed ingiusto.

Il prezzo del latte in Italia, ad esempio, è aumentato del 325% dalla stalla alla tavola, con importi riconosciuti agli allevatori tra i più bassi in Europa che non coprono più neanche i costi di produzione mentre i consumatori lo pagano a livelli record con nuovi rincari già annunciati.

Questi dati sono emersi  nel corso della manifestazione nazionale promossa dalla Coldiretti a Torino per sostenere la produzione e il consumo di latte Made in Italy al giusto prezzo.

Secondo la Coldiretti nella insostenibile forbice tra prezzi alla produzione e al consumo c'è sufficiente margine per garantire una adeguata remunerazione agli allevatori e per non aggravare i bilanci delle famiglie. Il prezzo del latte in Italia - sottolinea la Coldiretti - aumenta di oltre quattro volte dalla stalla alla tavola dove raggiunge il valore di oltre 1,4 euro al litro, tra i più alti in Europa mentre la 'paga' per il lavoro svolto dalle mucche resta a livelli insostenibili di 0,32 centesimi pari a circa quanto si paga un litro di acqua minerale.

Si tratta - continua la Coldiretti - di una situazione anomala e paradossale rispetto ai principali Paesi dell'Unione europea dove ai consumatori il latte viene venduto a valori vicino all'euro ma agli allevatori viene pagato oltre i 0,4 euro. Accanto a una più giusta distribuzione del valore all'interno della filiera latte e alla richiesta di rispetto delle regole, per evitare speculazioni a danno degli allevatori e dei consumatori, la Coldiretti chiede anche di estendere l'obbligo di indicare la provenienza del latte impiegato in tutti i prodotti derivati per evitare che sia spacciato come Made in Italy quello munto da mucche, tedesche, austriache o polacche.

Nel 2006 in Italia - denuncia la Coldiretti - sono stati quasi 2,2 i miliardi di chili di latte e crema di latte importati dall'estero, spesso 'confusi' come Made in Italy in formaggi e latticini venduti con marchi italiani.

Analoga denuncia arriva anche da Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori: il latte sta diventando un bene di lusso, un litro oggi ci costa, secondo i dati diffusi dalle associazioni dei consumatori, 1,45 euro, il 7% in più rispetto al 2006, quando costava 1,35 euro.

Con questi presupposti e per manifestare contro l'aumento dei prezzi, non solo del latte, ma anche di pane, pasta, libri, luce, gas e treni, il 13 settembre le associazioni dei consumatori hanno indetto il cosiddetto 'sciopero della pasta asciutta', promuovendo iniziative pubbliche nelle maggiori piazze italiane, per "dimostrare che gli aumenti sono frutto solo di speculazioni".


Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Settembre 2007 08:50
 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te.

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

hoteles NH España
Grazie Mille, italian Bar Madrid
Panettoni