RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
Ci vuole un miracolo PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Di Claudio   
Lunedì 20 Ottobre 2008 06:39

Lewis Hamilton trionfa nel Gran Premio di Cina davanti alle due Ferrari di Felipe Massa e Kimi Raikkonen senza grossi problemi. Chiude in quarta posizione il Gran Premio di Cina la Renault di Fernando Alonso davanti alle due Bmw di Nick Heidfeld e Robert Kubica.

Settima piazza per la Toyota del tedesco Timo Glock. In zona punti anche l'altra Renault del brasiliano Nelsino Piquet davanti alla Toro Rosso di Sebastian Vettel. Ultima la Force India di Giancarlo Fisichella, mentre l'altro italiano su Toyota Jarno Trulli si è ritirato all'inizio della gara sul circuito di Shanghai. Ko pure l'altra McLaren di Heikki Kovalainen a pochi giri da termine della gara. Salvo un miracolo, a questo punto assai improbabile, Hamilton consolida il suo vantaggio nella classifica piloti sul ferrarista Felipe Massa e porta a casa mezzo campionato mondiale.

Con i suoi 94 punti ora l'inglese è a +7 lunghezze sul rivale brasiliano (a 87 punti) prima dell'ultimo Gp in Brasile il prossimo 2 novembre. Fuori definitivamente dai giochi per il titolo il pilota polacco della Bmw Robert Kubica a quota 75 punti dopo il sesto posto conquistato nella gara sul circuito di Shanghai. "Un weekend perfetto, forse Dio ci ha assistito, abbiamo avuto anche un po' di fortuna, ma il team ha fatto un lavoro fantastico e la macchina era perfetta - spiega il britannico - devo tanto a tutti i ragazzi, è un sogno questa macchina da guidare. La partenza? È stato facile, è andato tutto liscio ho guadagnato la mia posizione, una delle migliori partenze che ho avuto e poi ho aumentato la distanza. Ogni giro è stato molto veloce, ho commesso pochi errori e sono stato in grado di creare un bel gap".

"Siamo come in una finale di Coppa del Mondo di calcio: dobbiamo sperare che loro sbaglino il rigore decisivo". Massa della Ferrari, a 7 punti dall'inglese, spera nel GP di casa che rimane: "Certo, il tifo brasiliano, la torcida, aiuta e giocare in casa come nel calcio è sempre meglio - ha detto ancora Massa - ma è anche vero che ora è tutto più difficile perché anche una vittoria da parte nostra potrebbe non bastare. Ma niente è impossibile, sarà importante fare comunque del nostro meglio. Un miracolo è difficile, ma può comunque succedere".

Entrando nel particolare della corsa di Shanghai, per il brasiliano alla Ferrari "è mancata un po' di velocità. La macchina non era comunque difficile da guidare. Però ci mancava un po' di velocità. Già in qualifica la McLaren aveva dimostrato di avere un buon passo, come successo anche oggi. Sono stati un po' più forti e noi non abbiamo potuto lottare per la vittoria".

Più esplicito Raikkonen quando scopre le vere intenzioni del team: "Noi vogliamo vincere anche come team - spiega il finlandese - io mi sentivo bene con la mia macchina, ma non sono stato abbastanza veloce quando ne avevo bisogno come al momento della partenza. Lewis è stato sempre più veloce ed è rimasto il gap. Dopo il secondo pit stop avevo recuperato, ma poi ho rallentato per 3 giri. Io non ho fatto errori, lui neppure e non c'era modo di superarlo. Già da venerdì ci siamo resi conto delle condizioni, non potevamo fare di più. Ho corso per il team? Sapevo che cosa si aspettavano da me, non avevo nulla da vincere o perdere, sono stato contento per come siamo andati".

Adesso la parola a Interlagos. A proposito Massa ha dichiarato: “ In Cina è stato un risultato importante per il titolo costruttori, ma un po’ meno per me. Ho perso due punti, ma non la speranza. Sono impaziente di correre a Interlagos davanti al mio pubblico. E’ come se ai rigori della finale della Coppa del Mondo avessimo sbagliato due rigori e gli avversari avessero fatto due gol: non possiamo permetterci più di sbagliare. Sicuramente sarà difficile, ma non impossibile.”

 


Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Ottobre 2008 06:50
 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te. 

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

hoteles NH España
Panettoni
Grazie Mille, italian Bar Madrid