RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
Approvato il pacchetto anti crisi PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Di Claudio   
Venerdì 28 Novembre 2008 16:15

Il Consiglio dei ministri ha varato il decreto legge con le misure anti-crisi per famiglie e imprese. I provvedimento prevede il bonus per le famiglie da un minimo di 200 euro ad un massimo di 1000 euro, che spetta a lavoratori dipendenti e pensionati a basso reddito, verra' erogato a febbraio 2009 attraverso i sostituti d'imposta e gli enti pensionistici.

 

Riguardera' le famiglie con un reddito fino a 22.000 euro e l'importo dipendera' dal numero dei componenti.

Nel dettaglio, l'articolazione del bonus prevede: ai pensionati single con un reddito fino a 15.000 euro andranno 200 euro; 300 euro saranno assegnati alle famiglie di 2 persone con un reddito fino a 17.000 euro; 450 euro alle famiglie di 3 persone con reddito sempre fino a 17.000 euro; 500 euro andranno alle famiglie con 4 componenti e un reddito fino a 20.000 euro; bonus di 600 euro per i nuclei di 5 persone con un reddito di 20.000 euro; 1000 euro alle famiglie con piu' di 5 componenti e un reddito fino a 22.000 euro.

Un bonus di 1000 euro sara' assegnato anche alle famiglie con un reddito fino a 35.000 euro e con una persona handicappata tra i componenti. Per le imprese e' confermato il taglio di 3 punti degli acconti Ires e Irap.

MUTUI: TETTO 4% PER I VECCHI. ANCORAGGIO BCE PER QUELLI NUOVI.

Per i mutui prima casa in corso le rate variabili 2009 non possono superare il 4% per effetto dell'accollo da parte dello Stato dell'eventuale eccedenza. Per i nuovi mutui il tasso di base su cui si calcola lo spread e' costituito dal tasso Bce. E' questa la norma che, a quanto si apprende, e' stata inserita nella bozza di decreto legge che il governo si appresta a varare sulle misure anticrisi. L'importo delle rate, a carico del mutuatario, dei mutui a tasso non fisso da corrispondere nel corso del 2009 - recita la bozza dell'art. 2 - e' calcolato con riferimento al maggiore tra il 4% senza spread, spese varie o altro tipo di maggiorazione e il tasso contrattuale alla data di sottoscrizione del contratto. Tale criterio di calcolo non si applica nel caso in cui le condizioni contrattuali determinano una rata di importo inferiore.

Questa previsione si applica esclusivamente ai mutui per l'acquisto, la costruzione e la ristrutturazione dell'abitazione principale sottoscritti da persone fisiche fino al 31 ottobre 2008. Il comma si applica anche ai mutui rinegoziati entro la stessa data. La bozza prevede comunque un tetto al capitale mutuato destinatario dell'agevolazione che non e' ancora stato fissato. La differenza tra gli importi delle rate e quelli derivanti dall'applicazione delle condizioni contrattuali dei mutui e' a carico dello Stato. I contratti di mutuo a tasso variabile sottoscritti a partire dal 1* gennaio 2009 sono indicizzati al tasso di rifinanziamento principale della Banca Centrale, piu' favorevole del tasso fin qui applicato riferito all'euribor, cosi' come per i mutui a tasso variabile sottoscritti prima della predetta data, le banche dovranno indicare, a fini di trasparenza il tasso equivalente riferito al tasso di rifinanziamento principale della Bce.

BERLUSCONI: UN PIANO DI INVESTIMENTI DA 80 MLD. ''Siamo il primo governo in Europa a emanare provvedimenti a sostegno delle famiglie, delle imprese e dell'economia''. Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nella conferenza stampa a Palazzo Chigi per illustrare il dl anti-crisi. ''In questa situazione di crisi - ha sottolineato il premier - il nostro e' stato il primo governo nel mondo a trovare e a indicare una strada a sostegno del sistema delle banche, il 10 ottobre il presidente del Consiglio dichiaro' che nessuna banca sarebbe fallita e nessun risparmaitore avrebbe perso un euro, questa indicazione e' stata recepita dai paesi Ue dell'area euro e la stessa politica e' stata adottata dall'amministrazione americana''.

La prossima settimana si terra' il Cipe che sblocchera' 16,6 miliardi di euro. Lo ha annunciato il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nella conferenza stampa a Palazzo Chigi, dopo l'approvazione del decreto anticrisi. ''Abbiamo mantenuto tutte le promesse elettorali'' nonostante il governo ''si sia trovato a gestire una pesante eredita' ha aggiunto il presidente del Consiglio. ''E' notorio - ha spiegato - il deficit infrastrutturale che abbiamo nei confronti degli altri Paesi europei. Anche qui abbiamo dedicato tempo per sviluppare un grande piano, che riguarda anche le piccole infrastrutture, con l'utilizzo di 80 miliardi di investimenti che verranno stanziati dalla cassa pubblica. Nella riunione del Cipe prevista per la settimana prossima - ha aggiunto - verranno stanziati 16,6 miliardi per il piano infrastrutturale''.


 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te. 

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

Grazie Mille, italian Bar Madrid
hoteles NH España
Panettoni