RedBlueDark SmallMediumLarge NarrowWideFluid
Cossiga a Maroni: ''Ma i Servizi sapevano di escort e festini a Palazzo Grazioli?'' PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Di Claudio   
Venerdì 11 Settembre 2009 18:19

Il presidente emerito della Repubblica si rivolge al Ministro dell'Interno prospettando nuove perplessità sull'operato delle istituzioni  circa la sicurezza  dello Stato nelle vicende private del premier.

In una interpellanza rivolta al ministro dell'Interno, Roberto Maroni, il presidente emerito della Repubblica, Francesco Cossiga chiede di sapere ''come sia potuto accadere che i Servizi di protezione del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi non abbiano informato lui o i suoi immediati collaboratori che le signore da lui ospitate nelle proprie residenze, a quanto risulta dalle carte del procedimento in atto nei confronti del signor Tarantini oggi pubblicate da un autorevole quotidiano, erano escort o altro genere di femmine, sembra retribuite dal Tarantini oltre che con denaro forse anche con sostanze stupefacenti, per la partecipazione a feste e festini organizzati nelle residenze del presidente del Consiglio dei ministri, e talvolta con l'impegno richiestogli dallo stesso Tarantini a fornire prestazioni sessuali''.

Nel testo, Cossiga rimarca di non voler ''entrare in valutazioni sui comportamenti privati e personali del presidente del Consiglio, peraltro del tutto simili a quelli tenuti da tanti altri capi di Stato e di governo di Paesi stranieri senza che da essi discendessero conseguenze politico-istituzionali nei confronti degli stessi''. Ma sottolinea che ''la mancata informazione al presidente del Consiglio dei ministri su queste circostanze e modalità relative alle signore sue ospiti da parte dei Servizi di protezione lo ha esposto non solo a giudizi morali che peraltro a giudizio dell'interpellante non interessano sotto il profilo istituzionale e politico, ma certamente sotto quello di opportunità in considerazione dei luoghi in cui i fatti si svolgevano, ed anche sotto quello della sicurezza, esponendo il capo dell'esecutivo alla possibilità di minacce, di ricatti ed anche di forme di intrusione pur elettronica nella propria vita privata, determinando così anche la possibilità di pericoli per la sicurezza dello Stato''.

Cossiga chiede di sapere, poi, se il ministro dell'Interno ''intenda dare in tempi brevi pienamente attuazione, eventualmente integrandola, alla legge che disciplina l'ufficio centrale della sicurezza personale istituito nel Viminale ed in generale i Servizi di protezione per le personalità pubbliche e private a rischio, chiarendo anche che detti servizi di protezione debbono venire espletati da uffici, comandi e unità delle forze di polizia dello Stato o locali, sotto la direzione del dipartimento della pubblica sicurezza del ministero dell'Interno, e solo e sempre in concorso con queste, e per motivi particolari, da speciali unità dei servizi di informazione e sicurezza, cui potrà rimanere attribuito l'espletamento dei servizi di protezione nei casi di autotutela e di protezione di servizi collegati".


 

All'interno del sito

il blog di marenostrum"E il naufragar m'è dolce in questo mare"

Il blog del Direttore Giuseppe Di Claudio.

L'attualità, la politica, il costume, la società: piccole dosi di quotidianità commentate dal direttore della Rivista. Commenta i post, vota il tuo preferito per lasciare traccia dei tuoi gusti e visita l'archivio storico degli interventi.

Il cerca-notizie!

Consulta i nostri RSS, le notizie comparate tra i vari media italiani e spagnoli.

Con un solo strumento ora è possibile verificare come i media delle due nazioni affrontano lo stesso tema, scelto da te. 

Marenostrum è la vetrina delle eccellenze del made in Italy in Spagna

Naviga i contenuti

Presentazione del premio giornalistico internazionale "Gaetano Scardocchia" - Prima edizione anno 2009. 4 maggio 2009.

I video dei ristoranti di Marenostrum

Panettoni
hoteles NH España
Grazie Mille, italian Bar Madrid