Fettuccine all'arrabbiata e spigola alla griglia, serata al Bolognese per il leader libico Stampa
Scritto da Giuseppe Di Claudio   
Sabato 13 Giugno 2009 11:06

Il leader libico durante l'incontro con le donneGheddafi si è presentato con quasi due ore di ritardo assieme a una sessantina di ospiti. Per antipasto una caprese con mozzarella di bufala, tanta acqua minerale per bagnare la cena.

I ritardi accumulati dal leader libico durante la visita a Roma rimarranno nella storia dei rapporti tra i due paesi. Ciò nonostante Gheddafi ha voluto fare onore alla cucina italiana con un menu tutto italiano.

Vestito nero e camicia rossa, circondato da una ventina di uomini della sicurezza, il Colonnello Gheddafi è sceso dall'auto che lo ha accompagnato a piazza del Popolo, a Roma, per una serata quasi a dimenticare il mancato appuntamento alla Camera col presidente Fini.

Il leader libico ha fatto attendere anche questa volta, non più del solito, e si è presentato verso le 22 dopo aver fatto annunciare il suo arrivo verso le 20,30. Una sessantina di posti occupati alcune tavolate nella sala interna e 24 posti a sedere fuori, con Gheddafi capotavola, che ha voluto cenare (così come tutti gli invitati) con una caprese con mozzarella di bufala, fettuccine all'arrabbiata, spigola alla griglia e cocomero ghiacciato. Tutto innaffiato, naturalmente, da acqua minerale. Una cena molto rapida, però, che è terminata appena un'ora dopo, con la fotografia di rito e il rientro in tenda a Villa Pamphili.
 
Alla cena di ieri sera con il leader libico Muhammar Gheddafi è stata fatta "anche qualche battuta" sulla possibilità di ingresso dei libici nella Roma. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola. "Ieri, nella cena conviviale si è fatta qualche battuta in questo senso - ha detto Scajola ricordando che i libici - sono molto appassionati di calcio. Si è fatta - ha ripetuto - qualche battuta in questo senso".

Ultimo aggiornamento Sabato 13 Giugno 2009 11:50