Alitalia: "tutto da rifare"

Scritto da Giuseppe Di Claudio, 20-09-2008 18:11

Pagina vista : 4267    

Favoriti : 342

La vicenda Alitalia conferma ancora una volta l'intoccabilità  dei privilegi di alcune categorie di lavoratori e lo scarso senso etico dei sindacati italiani per nulla preoccupati della situazione del Paese.

Scrive il Sole24 ore: "Da segnalare anche in serata il «no comment» da Lufthansa su Alitalia dopo il ritiro dell'offerta da parte della Cai: al "Sole 24 Ore Radiocor" un portavoce della compagnia aerea tedesca, ha ribadito che Lufthansa «considera molto interessante il mercato italiano» e che «osserva con grande interesse» quanto succede nel nostro Paese.

Le sei sigle sindacali che non hanno accettato l'offerta Cai, Filt-Cgil, Anpac, Up, Anpav, Avia, Sdl, si sono riunite per mettere a punto una serie di misure che garantiscano l'operatività. Alitalia, dice il segretario dello Sdl Paolo Maras, continuerà a volare anche dopo che sarà ufficializzato il ritiro dell'offerta avanzata dalla Cai: saranno i lavoratori a garantire la continuerà aziendale a tutela della clientela e dei suoi interessi."

Bene: se i lavoratori desiderano garantire la continuità comincino a fare a meno dei loro privilegi corporativi e si allineino alla situazione dell'intera classe lavoratrice italiana. Altrimenti tutti a casa: ci guadagnerà l'Alitalia, ci guadagnerà il Paese.


Commento dell'autore Commenti già inseriti Cita questo articolo in un sito web Favoriti Stampa Invia ad un amico Salva l'articolo in del.icio.us Articoli relazionati Leggi tutto...
Alitalia: "tutto da rifare"
Stampa